Home » Esteri

App, robot e droni d’Oriente: l’ascesa cinese nel mondo dell’intelligenza artificiale

di Marco Passero L’Associazione per la promozione dell’intelligenza artificiale riunisce ogni anno ricercatori talentuosi e dalle idee brillanti provenienti a centinaia da tutto il mondo. La componente cinese in tali occasioni di confronto e presentazione ha un peso tale che l’incontro del 2017, a New Orleans, è stato spostato dalla fine di gennaio al mese di febbraio (quando si è svolto poi... 

FARC e governo colombiano trattano un nuovo accordo di pace

di Marco Passero Lo scorso giugno il governo colombiano aveva raggiunto un accordo con le FARC (Forze Armate Rivoluzionarie della Colombia). Si era trattato un accordo storico – valso il Nobel per la pace al presidente colombiano José Manuel Santos – per cercare di porre un freno alle scorribande dell’organizzazione guerrigliera fondata nel 1964 e a più di cinquant’anni di guerra civile. Al... 

Elezioni in Montenegro: vittoria del PDS e arresto di venti estremisti serbi

di Marco Passero Non è stato facile, ma grazie al vostro appoggio siamo riusciti a vincere. […] Presto il Montenegro entrerà a far parte della Nato e verrà intensificato il negoziato di adesione all’UE, mentre in economia vi sarà una sicura crescita. (Milo Djukanovic) Milo Djukanovic ha trionfato. Il premier, leader del partito democratico dei socialisti, ha ottenuto la maggioranza dei voti... 

Svizzera, le prime “olimpiadi bioniche”: “Promuovere nuovi sistemi di tecnologia assistiva”

di Bruno Formicola Lo scorso weekend in Svizzera si è tenuta la prima competizione internazionale dedicata alle persone affette da gravi disabilità fisiche assistite da protesi e dispositivi ad alta tecnologia. Queste cosiddette “olimpiadi bioniche”, una specie di paralimpiadi per cyborg organizzate dal Politecnico Federale di Zurigo e dal Centro Nazionale di Competenza Robotica svizzero,... 

Migranti e frontiere: il referendum in Ungheria non raggiunge il quorum

di Marco Passero Tre anni dopo la strage di Lampedusa, in cui si contarono 368 vittime, il tema dei migranti continua a essere quanto mai all’ordine del giorno. Un paese dell’Europa dell’Est, l’Ungheria, ha chiamato il popolo alle urne per un referendum sulle quote di rifugiati proposte dall’Unione Europea. Secondo il piano europeo l’Ungheria avrebbe dovuto ospitare 1294 migranti ricollocati... 

Edward Snowden e le storie dei rifugiati che lo hanno protetto

di Bruno Formicola “Dire che non ti importa del diritto alla privacy perché non hai niente da nascondere non è differente dal sostenere che non hai bisogno della libertà di parola perché non hai nulla da dire; è un principio profondamente antisociale perché i diritti non sono solo individuali, sono collettivi. Quello che può non aver valore per te oggi potrebbe averlo per un’intera popolazione... 

Obama incontra Suu Kyi, stop alle sanzioni contro il Myanmar

di Marco Passero “Gli Stati Uniti, le nostre imprese e le organizzazioni no-profit saranno più incentivati a investire ed essere attivi in un paese che, speriamo, sarà sempre più un nostro partner democratico nella regione”. Queste le parole di Barack Obama in occasione dell’incontro con Aung San Suu Kyi, politica birmana da tempo attiva per la difesa dei diritti umani contro la giunta militare... 

Democrazia hackerata: le confessioni di Andrés Sepúlveda

di Bruno Formicola “Our democracy has been hacked”, così recita uno dei poster dell’acclamata serie Mr.Robot, inaugurata nel 2015 e attualmente alla sua seconda stagione. Se nella serie l’espressione ha puro senso figurativo – attraverso la malefica E(vil) Corp il capitalismo finanziario ha “fatto a pezzi” (to hack) la democrazia sottraendo il potere alla popolazione –... 

Gli USA contro Sirte per combattere l’IS

di Marco Passero La città di Sirte ha avuto un ruolo particolare nella storia recente della Libia. Dopo lo scoppio della primavera araba nel paese, dai primi mesi del 2011, Sirte e Bani Walid sono state città lealiste e fedeli a Muammar Gheddafi fino agli ultimi giorni del regime. Dal giugno 2015 lo Stato Islamico si è impadronito di Sirte approfittando della caotica situazione del paese e ne ha... 

Turchia, la stretta repressiva di Erdogan dopo il golpe fallito

di Gabriele Borghese Dopo due settimane dal tentato colpo di stato in Turchia, avvenuto nella notte tra il 15 e il 16 luglio, continuano le purghe nei confronti dei dissidenti veri e presunti. Il bilancio complessivo riporta circa 18mila arresti e 50mila passaporti revocati. Al tentativo di colpo di stato avrebbero partecipato circa 9mila militari cioè l’1,5% dell’esercito turco. Circa il 40%...